Menu

 

La protezione delle vie respiratorie si ottiene mediante:

  • Un filtro per gas, quando il rischio si presenta sotto forma di gas.
  • Un filtro per aerosol, quando il rischio si presenta sotto forma di particelle solide o liquide.

Spesso si raccomanda di associare le due tipologie di filtro, in particolare quando ci si trova in presenza di vapori, a temperatura ambiente, che possono dare origine a condensa.

La scelta dei filtri:
I filtri devono essere selezionati in funzione:

  • delle sostanze tossiche dalle quali si desidera proteggersi
  • del lavoro che si deve svolgere
  • della modalità d’esecuzione e della durata dell’intervento
  • degli apparecchi di cui si dispone

CLASSI D’UTILIZZO DEI FILTRI:

Protezione da gas/vapori

Protezione contro particelle, polveri ed aerosol

CLASSE 1
per un tenore in gas inferiore allo
0,1% in volume

CLASSE 2
per un tenore in gas compreso tra
lo 0,1% e lo 0,5% in volume

CLASSE 3
per un tenore in gas compreso
tra lo 0,5% e lo 1% in volume (contenitori di
grande capacità portati alla cintura)
CLASSE 1
(P1 o FFP1) per proteggere dalle particelle
solide grossolane senza tossicità specifica (carbonatodi calcio)

CLASSE 2
(P2 o FFP2) per proteggere dagli aerosol solidi
e/o liquidi indicati come pericolosi o irritanti (silice - carbonato di sodio)

CLASSE 3
(P3 o FFP3) per proteggere dagli aerosol solidi
e/o liquidi tossici (berillio - cromo, legno duro)

 

Gas - Vapori: per ogni sostanza contaminante, il filtro adeguato

A

Gas e vapori organici (solventi e idrocarburi) con punto di ebollizione superiore a 65°

AX

Gas e vapori organici (solventi e idrocarburi) con punto di ebollizione inferiore a 65°

B

Gas e vapori inorganici (cloro, idrogeno solforato, acido cianidrico)

E

Gas e vapori acidi (anidride solforosa)

K

Ammoniaca e derivati organici amminici

P

Particelle, aerosol solidi e liquidi

HgP3

Vapori mercurio

NOP3

Monossido d’azoto

CO

Monossido di carbonio

I

Iodio

 



Sono da considerarsi dispositivi filtranti di protezione delle vie respiratorie: facciali filtranti per particelle, facciali filtranti per gas e vapori, semimaschere con filtri, maschere intere con filtri.

Normative europee di riferimento:

FACCIALI MONOUSO

  • EN 149:2001* facciali filtranti antipolvere
  • EN 405 facciali filtranti antigas e vapori

FACCIALI RIUTILIZZABILI

  • EN 140 semimaschere
  • EN 136 maschere intere
  • EN 143 filtri antipolvere
  • EN 148 filettatura per maschere
  • EN 14387 filtri antigas e combinati

VENTILAZIONE ASSISTITA

  • EN 12941 apparecchi filtranti con caschi o cappucci contro particelle, gas e vapori
  • EN 12942 apparecchi filtranti con con maschere complete, semimaschere o quarti di maschera contro particelle gas e vapori

Tutti i dispositivi sono appartenenti alla III categoria di rischio (rischi di morte o lesioni gravi).Questi dispositivi proteggono da polveri (particelle solide, nebbie, fumi), gas e vapori di sostanze con determinate concentrazioni e tossicità.
EN 149:2001 + A1:2009 * Nel 2009 è entrata in vigore la revisione della norma europea EN 149:2001 + A1:2009 (che sostituisce la precedente norma EN 149:2001) dove vengono stabiliti nuovi requisiti minimi di filtrazione per i vari livelli di protezione dei facciali filtranti. La nuova norma introduce la differenziazione tra facciale filtrante monouso e facciale filtrante riutilizzabile ( per più turni di lavoro).

Per identificarne la classificazione sul prodotto, si utilizzano le seguenti marcature:

  • 1.“NR” per facciali non riutilizzabili
  • 1a: condizionamento climatico a condizioni alterate prima della prova ;
  • 1b: nuovo test di efficienza – un prolungamento a lungo termine del precedente test di penetrazione ;
  • 1c: test opzionale relativo ai requisiti di intasamento con polvere di Dolomite (classificazione e marcatura del prodotto “D”);
  • 2. “R” per facciali utilizzabili per più di un turno di lavoro
  • 2a: condizionamento climatico a condizioni alterate prima della prova;
  • 2b: nuovi test di pulizia e igienizzazione del prodotto prima dei test di penetrazione;
  • 2c: nuovo test di efficienza – un prolungamento a lungo termine del precedente test di penetrazione;
  • 2d: nuovo test di conservazione di 24 ore post-esecuzione;
  • 2e: nuovo test di penetrazione da ripetere dopo la conservazione;
  • 2f: test obbligatorio relativo ai requisiti d’intasamento con polvere di Dolomite (classificazione e marcatura del prodotto “D” ;

Non sono da utilizzare facciali filtranti o respiratori a filtro nei seguenti casi:

  • insufficienza di ossigeno (concentrazione < 17%)
  • concentrazione del contaminante nell’aria superiore ai limiti di esposizione consentiti dai respiratori a filtro
  • se i contaminanti hanno soglia olfattiva superiore al TLV (non percepibili all’olfatto).

Per determinare la scelta di un filtro si deve sapere il valore del TLV, il FATTORE DI PROTEZIONE
NOMINALE DEL PROTETTORE, il FATTORE DI PROTEZIONE RICHIESTO e la TOSSICITA’ DEL CONTAMINANTE. TLV:
è la concentrazione media caratteristica di ogni singola sostanza, ponderata nel tempo di una settimana lavorativa (40 ore) alla quale un lavoratore può essere esposto senza effetti negativi per la propria salute.

FATTORE DI PROTEZIONE NOMINALE:
rapporto tra la concentrazione del contaminante nell’ambiente e la sua possibile concentrazione all’interno del facciale

Fattori di protezione nominali dei dispositivi di protezione più comuni:

 

Facciali EN 149

Facciali EN 405

Semimaschere

Maschere intere

Prot. polveri P1
4
4
4
5
Prot. polveri P2
12
12
12
16
Prot. polveri P3
50
50
50
1000
Gas e vapori
-
20
20
2000

 

FATTORE DI PROTEZIONE RICHIESTO:
rapporto tra la concentrazione media sul luogo di lavoro del contaminante ed il TLV.

TOSSICITA’ DEL CONTAMINANTE:
più il contaminante è tossico e maggiore deve essere l’efficacia filtrante anche a bassa concentrazione del contaminante.

SCELTA DEL RESPIRATORE E DEL FILTRO PIU’ ADATTI
La scelta deve sempre partire dalla corretta valutazione del rischio: valutare la natura del contaminante per scegliere il tipo di filtrante da utilizzare; valutare la concentrazione del contaminante per determinare il tipo di respiratore e la classe del filtro da utilizzare. Dividendo la concentrazione media sul luogo di lavoro per il TLV del contaminante,si ottiene il fattore di protezione richiesto. Il dispositivo adeguato dovrà fornire un fattore di protezione nominale superiore al fattore di protezione richiesto. Sono disponibili delle tabelle che indicano per i più comuni contaminanti il tipo di filtro più idoneo. Qualsiasi tipo di filtro dovrà essere sostituito quando l’utilizzatore avverte l’odore od il sapore del contaminante.

back to top

CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Cookie Policy

Il sito web perliniworkwear.it di proprietà dell'azienda:

PERLINI s.a.s. di Rodio Raffaele e C. - Codice Fiscale e
P.iva  IT04287980231  | REA  VR–409346
Via Roveggia 2/A Verona VR 37136 - Italia
utilizza i cookies per offrire i propri servizi semplici e efficienti agli Utenti durante la consultazione delle sue pagine. Le tabelle riportate di seguito riepilogano i diversi tipi di cookie che potrebbero essere utilizzati sul Sito, insieme alla loro rispettiva funzione e durata (ovvero per quanto tempo ciascun cookie rimarrà sul vostro dispositivo).
L'informativa è valida solo per il suddetto Sito ed ai correlati suoi domini di secondo e terzo livello e non per eventuali altri siti consultabili tramite link. Facendo uso di questo Sito si acconsente il nostro utilizzo di cookie in conformità con la presente Cookie Policy. Se non si acconsente al nostro utilizzo di cookie, occorre impostare il proprio browser in modo appropriato oppure non usare i presente sito o i domini di secondo e terzo livello corrispondenti. Se si decide di disabilitare i cookie che impieghiamo potrebbe essere influenzata l’esperienza dell’utente mentre naviga sul nostro Sito.

Ulteriori informazioni sulla Privacy Policy.

 


1. Che cosa sono i Cookies?

I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.
I cookie, solitamente presenti nei browser degli utenti in numero molto elevato e a volte anche con caratteristiche di ampia persistenza temporale, sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc.

 


2. Quali sono le principali tipologie di Cookies?

Al riguardo, e ai fini del presente provvedimento, si individuano pertanto due macro-categorie: cookie “tecnici” e cookie “di profilazione”.

a. Cookie tecnici.

I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice Privacy).
Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l’installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti.

b. Cookie di profilazione.

I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l’utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l’art. 122 del Codice Privacy laddove prevede che “l’archiviazione delle informazioni nell’apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l’accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l’utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all’articolo 13 Codice Privacy, comma 3″ .

Session e Persistent Cookies

I Session Cookies, che contengono l’informazione che viene utilizzata nella tua sessione corrente del browser. Questi cookies vengono automaticamente cancellati quando chiudi il browser. Nulla viene conservato sul tuo computer oltre il tempo di utilizzazione del sito (ASP.NET_SessionId e language).

I Persistent Cookies (tipo ASPXANONYMOUS), che vengono utilizzati per mantenere l’informazione che viene utilizzata nel periodo tra un accesso e l’altro al sito web, o utilizzati per finalità tecniche e per migliorare la navigazione sul sito. Questo dato permette ai siti di riconoscere che sei utente o visitatore già noto e si adatta di conseguenza. I cookies “persistenti” hanno una durata che viene fissata dal sito web e che può variare da pochi minuti a diversi anni.

Cookies di prima parte e di terze parti

Occorre, cioè, tenere conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando (che può essere sinteticamente indicato come “editore”) o di un sito diverso che installa cookie per il tramite del primo (c.d. “terze parti”).

I Cookies di prima parte, creati e leggibili dal sito che li ha creati.

I Cookies di terze parti, che sono creati e leggibili da domini esterni al sito ed i cui dati sono conservati presso il soggetto terzo.

Le pubblicità sul nostro sito sono fornite da organizzazioni terze. I nostri partner pubblicitari forniranno annunci pubblicitari ritenuti di vostro interesse, sulla base delle informazioni raccolte a seguito delle vostre visite a questo e ad altri siti internet. Al fine di operare tale raccolta di dati il nostro partner potrebbe avere necessità di collocare un cookie (un breve file di testo) sul vostro computer. Per maggiori informazioni riguardo a questo tipo di pubblicità basata sui gusti degli utenti, derivante dai cookies di terze parti, potete visitare i siti dei terzi ai links sotto riportati.

Al link www.youronlinechoices.com troverete inoltre informazioni su come funziona la pubblicità comportamentale e molte informazioni sui cookie oltre alle tappe da seguire per proteggere la privacy su internet”.

 


3. Quali Cookie utilizza il presente sito web, quali sono le loro principali caratteristiche e come negare il consenso a ciascuno dei cookie di profilazione

Il presente sito web può inviare all’utente i cookies di seguito indicati e brevemente descritti, per le finalità di seguito precisate.

COOKIES TECNICI e di TERZE PARTI

Nome cookie Tipologia cookie Descrizione cookie Durata cookie
d06c2db9dc1a6c00aa083cf1a7042682 di sessione necessario alla piattaforma web per identificare la singola sessione di un utente. singola sessione
__utma persistente, tempo di visita dell'utente necessario al servizio di terze parti Google Webmaster e Analytics. 2 anni
__utmb persistente, tasso di abbandono (valore approssimativo) dell'utente necessario al servizio di terze parti Google Analytics. 30 minuti
__utmc persistente, calcula la durata di una visita di un'utente necessario al servizio di terze parti Google Analytics. 30 minuti
__utmz persistente - provenienza dell'utente necessario al servizio di terze parti Google Analytics. 6 mesi
__utmt persistente gestisce il limite di richieste (throttle) al servizio Google Analytics. 30 minuti

cookieAcceptanceCookie

accepted necessario alla navigazione del sito web fino al cancellamento
del cookie dal browser

jpanesliders_panel-sliders

persistente necessario alla piattaforma web per la navigabilità. 6 mesi

__utmz

persistente Player Vimeo utilizza solo ed esclusivamente i cookie per effettuare le proprie rilevazioni. 6 mesi

reg_ext_ref

di sessione addon Facebook: facebook.com singola sessione

__utmz

persistente addon Instagram: instagram.com 6 mesi

 

COOKIES DI TERZE PARTI

Nome cookie   Descrizione   Luogo del trattamento
e Policy Link
Pulsante +1 e
widget sociali di Google+

(Google Inc.)
  Il pulsante +1 e i widget sociali di Google+ sono servizi di interazione con il social network Google+,
forniti da Google Inc
  USA
Privacy Policy
Pulsante Mi Piace e
widget sociali di Facebook
(Facebook, Inc.)
  Il pulsante “Mi Piace” e i widget sociali di Facebook sono servizi di interazione con il social network Facebook,
forniti da Facebook, Inc.
  USA
Privacy Policy
Pulsante Tweet e
widget sociali di Twitter
(Twitter, Inc.)
  Il pulsante Tweet e i widget sociali di Twitter sono servizi di interazione con il social network Twitter,
forniti da Twitter, Inc
  USA
Privacy Policy
Pulsante Widget
Instagram
(Instagram, Inc.)
  Instagram è un servizio di visualizzazione di immagini gestito da Instagram, Inc. che permette a questa Applicazione di integrare tali contenuti all’interno delle proprie pagine.   USA – Privacy Policy 
Google Analytics
(Google Inc.)
  Google Analytics è un servizio di analisi web fornito da Google Inc. (“Google”).
Google utilizza i Dati Personali raccolti allo scopo di tracciare ed esaminare l'utilizzo di questa Applicazione,
compilare report e condividerli con gli altri servizi sviluppati da Google.
Google potrebbe utilizzare i Dati Personali per contestualizzare e personalizzare gli annunci del proprio network pubblicitario
(script impostato per il tracciamento in forma anonima).
  USA
Privacy Policy
Opt Out
Google Fonts
(Google Inc.)
  Google Fonts è un servizio di visualizzazione di stili di carattere gestito da Google Inc. che permette a questa Applicazione
di integrare tali contenuti all'interno delle proprie pagine
  USA
Privacy Policy
Google Maps
(Google Inc.)
  Google Maps è un servizio di visualizzazione di mappe gestito da Google Inc. che permette a questa Applicazione
di integrare tali contenuti all'interno delle proprie pagine.
  USA
Privacy Policy
         

GESTIONE GENERALE COOKIES

Come disabilitare i cookie mediante configurazione del browser

Come disabilitare i cookie di specifici servizi di terzi

Eliminazione dei Cookie Flash

Gestione Cookie di Terze Parti